Collegamenti sponsorizzati

La storia, la cultura di Nicotera, ridente cittadina del vibonese.

Nicotera

Viaggiare nella Calabria dei piccoli borghi, significa scoprire realtà come Nicotera, che riesce ad offrire al visitatore un'ideale location per immergersi nella storia e nelle cultura antica anche e soprattutto attraverso i simboli sopravvisuti allo scorrere del tempo.
Nicotera Collegamenti sponsorizzati

Nicotera è un comune di 6.487 abitanti della provincia di Vibo Valentia.

Nicotera: un po’ di storia
Col nome attuale che significa “Segno della vittoria”, essa è già nota nel IV secolo. Questo fu uno dei periodi più drammatici per Nicotera a causa delle numerose incursioni saracene che spinsero gli abitanti a ritirarsi sull’alto nel sito ove oggi sorge la cittadina.
Nel 1065 Roberto il Guiscardo la potenziò e la fortificò così la cittadina poté risorgere attorno al castello che egli fece costruire. La nuova città, ricostruita seguendo schemi tipicamente normanni, potè risplendere quindi  di nuovo fascino: il Castello e la Cattedrale rappresentarono il cuore della città e da qui si ripartirono  le strade che portavano ai diversi quartieri. Fu nuovamente distrutta e quindi ricostruita da Roberto D'Altavilla. Seguirono ulteriori distruzioni e relative ricostruzioni. Durante il quattordicesimo e il XV secolo sottostette al dominio dei Ruffo e dei Marzano. Nel 1496 passò alla famiglia di Gennaro che nel 1555 vi ebbe incardinato il titolo di Conte. Per successione nel 1585 ritornò in casa Ruffo fino alla distruzione della feudalità riconducibile al 1806.La cittadina fu nuovamente danneggiata dal terremoto del 1783.

Nicotera: Cultura
Di notevole interesse sono: Il castello dei Ruffo, del 1763, che ospita la Biblioteca Pubblica Popolare, la pinacoteca vescovile, il Museo Archeologico comunale ed il Museo diocesano di Arte sacra che espone argenterie, monili , arredi e dipinti del '700 calabrese. Il museo Archeologico raccoglie circa migliaia di reperti: testimonianze del periodo paleolitico e neolitico, dell'età del bronzo e del ferro; resti di mammiferi e fossili e un frammento di parietale di bambino del tipo di Neandertal. Vi sono inoltre materiali archeologici di età greco-romana, ceramiche dell'alto medioevo. Il museo Diocesano raccoglie paramenti sacri dal XVII-XVIII sec. E, inoltre , presente una sezione dedicata alla numismatica.

Nicotera: siti utili
Comune di Nicotera
Sito su Nicotera
Tutto su Nicotera

Festa patronale
Maria SS. Assunta  15 Agosto
Stampa, invia via email, segnala nei tuoi social network
OkNotizie



Lascia un commento su questa pagina:

Inserisci le due parole che trovi nel box sottostante:

Collegamenti sponsorizzati