Collegamenti sponsorizzati

Santa Maria del Cedro: Storia, cultura, economia

Santa Maria del Cedro

Santa Maria del Cedro fa parte del territorio della cosiddetta riviera del cedro. Un paese che fonda la sua economia sull’agrume ma che è ricca di storia e  cultura.
Santa Maria del Cedro Collegamenti sponsorizzati

Santa Maria del Cedro è un comune di più di 5.000 abitanti della provincia di Cosenza

Santa Maria del Cedro: Cenni storici
S. Maria del Cedro fu fondata nella metà del sec. XVII dall'abbandono forzato di Abatemarco in seguito alla distruzione causata dall'omonimo fiume. Appartenne al feudo dei Brancati di Napoli, assieme alle località confinanti di Orsomarso, Grisolia e Marcellina (quest'ultima parte oggi del comune) fino a tempi recenti. In epoca unitaria la località, denominata allora Cipollina (Cispollinum in latino), da cis-polis, al di qua della (grande) città o al di qua del Pollino; Laos, fu dapprima frazione del comune di Grisolia (situato a monte), poi comune autonomo con il nome di Santa Maria. Nel 1968, all'inizio dell'espansione turistica, prese il nome attuale di Santa Maria del Cedro.
Santa Maria del Cedro: Cultura
Sul territorio di Santa Maria del Cedro sono presenti numerose testimonianze archeologiche riguardanti praticamente tutti i periodi storici. Da vedere è la chiesa di S. Michele in cui ci sono ruderi riferibili ad un rifacimento quattrocentesco. In Abatemarco vi si trovano gli avanzi di un castello costruito su ruderi di un più antico edificio medievale. In località Carcere Imprese si trova un palazzo con torri cilindriche del sec. XVI. Interessante infine un imponente arcata di acquedotto (XVI secolo) alta quindici metri con una base di oltre due metri e mezzo.

Santa Maria del Cedro: Economia  e prodotti tipici

La sua conformazione geomorfologica, di territorio posto tra due fiumi con flusso d’acqua continuo hanno creato una piana,  non vasta ma assai fertile, spiega l'originale vocazione agricola della zona. Il clima mediterraneo ha favorito la coltivazione di alcune specie non comuni, quali appunto il cedro, di cui si producono varietà pregiate e naturalmente le classiche coltivazioni mediterranee. Fra i suoi prodotti tipici vi è senz’altro tutte le varianti a base di Cedro dalle granite e gelati da degustare nei bar e gelaterie locali ai classici infusi e liquori al Cedro, immancabile nelle case dei suoi abitanti. Per ulteriori informazioni rimandiamo alle nostre pagine interne sul Cedro e sulla riviera dei Cedri. Qualora aveste voglia di assaggiare acquistando prodotti del Cedro vi indirizziamo sempre ad una pagina interna sulla vendita di prodotti elaborati con Il cedro calabrese.

Festa Patronale
San Michele Arcangelo: 20 Settembre

Siti Utili
Riviera dei Cedri


Stampa, invia via email, segnala nei tuoi social network
OkNotizie



Lascia un commento su questa pagina:

Inserisci le due parole che trovi nel box sottostante:

Collegamenti sponsorizzati